Come si misura il pene, misure standard, dimensioni pene

Sapere come si misura il pene e quali sono le dimensioni medie standard, per gli uomini, è qualcosa di fondamentale, ci sono cresciuti. Da un lato può significare preoccupazione nei confronti della propria virilità “Più ce l’ho lungo, più sono uomo”; dall’altro, invece, può rappresentare solo curiosità. Un po’ come la taglia del seno, fin dalla pre-adolescenza le ragazze se lo chiedono: “Quanto porto di reggiseno?”.

Quanto contano queste dimensioni del pene? Da un punto di vista superficiale, come primo approccio all’altro sesso, contano molto solo in modo relativo. Infatti, dipendono anche dalla donna, da quanto è abile a gestire peni grossi fuori misura senza avvertire dolore durante l’atto sessuale.

In ogni caso, non è mai un problema quando le dimensioni sono nella norma. Diventa qualcosa da risolvere, invece, quando la misura è fin troppo piccola e non riesce a essere funzionale nel rapporto sessuale.

Misure standard del pene

Come si misura il pene

Come si misura il pene

Quante volte ti sei chiesto se la dimensione del tuo pene abbia o meno origini genetiche? Questa è una di quelle domande comuni che in realtà si sono posti anche diversi ricercatori universitari del campo. Con gli strumenti adatti e approcci scientifici hanno cercato di rispondere in modo chiaro o comunque stilare una lista di medie europee.

Prima di tutto, non è detto che tu debba avere le stesse dimensioni del pene di tuo padre. Perché grazie alla combinazione genetica, potresti aver ereditato altre misure diverse da quelle sue ma comunque facenti parti del corredo genetico della famiglia.

Utilizzando questo approccio fra genetica, ereditarietà e riscontri misurabili nei tratti fisici, i ricercatori hanno cercato di fare chiarezza circa le misure del pene a livello europeo, fra diversi gruppi etnici. Questo, ad esempio, ha aiutato a sfatare o a confermare alcuni miti legati alle dimensioni:

  • Gli uomini africani 16 cm
  • Gli uomini europei 14,7 cm (in questa media rientrano anche gli italiani)
  • Gli uomini americani 13 cm
  • Gli uomini asiatici 10,6 cm

Vuoi più sicurezza a letto? Prova le Erbe di Aphrodite
erbe di aphrodite

Come si misura il pene nel modo corretto

Per misurare il tuo pene nel modo corretto hai bisogno di un righello dalla punta piatta. Lo strumento perfetto adatto a questo scopo è il righello rigido trasparente che puoi facilmente trovare in qualsiasi negozio di cartoleria. Se non ne hai uno disponibile sul momento, puoi sempre utilizzare il metro morbido, quello a nastro, ma potrebbe non essere preciso come un righello rigido.

Adesso, segui questi passaggi in ordine per misurare il tuo pene (ovviamente va fatto a pene eretto):

  1. Devi essere nudo. Se lasci un capo d’abbigliamento, pantaloni o mutande, non sarai in grado di misurare correttamente le dimensioni del tuo pene.
  2. Posiziona il righello di plastica trasparente sulla superficie dorsale (la parte superiore del pene).
  3. Premi la base del righello verso l’osso pubico. Se hai molti peli pubici oppure sei in sovrappeso, dovrai spingere affondo il righello finché non tocca la pelle.
  4. Se il pene che stai misurando è circonciso o meno, non prendere in considerazione il prepuzio. La lettura che annoterai viene segnata dalla punta del glande.
  5. Esegui la misurazione solo quando hai il pene eretto. Infatti, prendere le misure col pene a riposo, non ti dà una misura reale.

Misura la circonferenza del pene

Non solo la lunghezza, per avere le dimensioni esatte del tuo pene e farti un’idea guardando le tabelle delle dimensioni standard mondiali, devi anche sapere la tua circonferenza. In questo caso, la misurazione è possibile solo utilizzando il metro morbido a nastro, è impossibile farlo con righelli rigidi. Puoi trovare questo tipo di strumento nelle mercerie, nei negozi dove si riforniscono i sarti. Se non hai un nastro di misurazione a portata di mano, allora usa un pezzo di spago o un laccio delle scarpe.

Leggi il prossimo articolo su come mantenere il pene in erezione

Se provi a misurare lo spessore del pene usando un altro metodo, probabilmente otterrai un valore errato.

Come nel primo caso, ti invitiamo a seguire questi passaggi in ordine:

  1. Devi essere nudo dalla vita in giù e in stato di erezione.
  2. Osserva il tuo pene e individua quale parte ti sembra più gonfia, più spessa rispetto alle altre. Infatti, è proprio quella più grossa che devi prendere in considerazione per la misurazione. Ma attenzione, il glande lo devi escludere!
  3. Avvolgi il nastro per le misurazioni attorno al pene nel punto in cui ti pare più gonfio.
  4. Se invece non hai il nastro, avvolgi lo spago, tieni la misura con le dita dove si è fermato attorno al tuo pene. Poi stendi lo spago su un righello per annotare i centimetri.
  5. Sai che esiste un esercizio per allungare il pene? Leggi l’articolo sugli esercizi di Kegel

A cosa serve misurare il pene?

Non solo un fatto egocentrico o di insicurezze. Non si tratta solo di misurazioni adolescenziali fatte in un momento di gioco. Sapere le dimensioni esatte del tuo pene ti aiuta  sia a capire se soffri della sindrome del pene corto (paragonando i tuoi risultati alle misurazioni standard viste in precedenza), e soprattutto sul piano pratico, ti serve  a scegliere la giusta misura di preservativo.

Non tutti i condom sono giusti per il tuo pene, ci sono varie misure e anatomie. Per fare sesso senza disturbi o scomodità, individua quello giusto per te.

Ricevi I Migliori Segreti per Una Migliore Erezione

Lascia un commento