Esercizi di Kegel cosa sono? Come si fanno?

Esercizi per rallentare l’eiaculazione

Pensati sia per la donna ma anche per l’uomo, gli esercizi di Kegel sono stati studiati da anni per aiutare il rinforzamento  del pavimento pelvico, ovvero il pavimento che sostiene vescica, retto, uretra e utero. Sono esercizi che possono rivelarsi utili soprattutto per gli uomini che soffrono di eiaculazione precoce ma anche per le donne che durante o dopo la gravidanza soffrono di perdite di urina.

Questi esercizi sono così chiamati perché assumono il nome del ginecologo americano Arnold Kegel che per primo li studiò e ideò nel 1948.

Ma qual è l’obiettivo di questi esercizi così particolari?

Se praticati quotidianamente e con costanza, non solo aiuteranno a rinforzare il pavimento pelvico, ma apporteranno benefici anche nella vostra sfera sessuale, in particolare sono ideali contro l’eiaculazione precoce, disturbo che si può manifestare a volte nella vita sessuale di coppia dell’uomo.

Esercizi di Kegel: come si fanno e come funzionano?

Esercizi di Kegel

Esercizi di Kegel

Prima di iniziare l’esecuzione degli esercizi di Kegel, ricordatevi di avere sempre la vescica vuota, in quanto riuscirete in questo modo ad individuare in maniera più efficace il pavimento pelvico. Poi basta mettersi in una posizione comoda e rilassata, sia seduti ma anche distesi in modo che i muscoli della pancia e dei glutei risultino il più possibile rilassati.

Per individuare il pavimento pelvico è necessario interrompere il flusso dell’urina durante la minzione. Per un esercizio non troppo difficile se si è inesperti, possiamo definirlo un esercizio di base, ti basterà contrarre per circa 5 minuti i muscoli del pavimento pelvico, tenendoli contratti di 10 secondi in 10 secondi alternando pause di rilassamento.

Contrai e rilassa, contrai e rilassa. Ripeti questi esercizio per circa 10 minuti senza sforzare troppo i muscoli, se inizi ad avvertire un fastidioso e intollerabile dolore interrompi immediatamente l’esecuzione.

Cerca di evitare il più possibile un sovra-esercizio, non sforzare troppo il pavimento pelvico in quanto potresti provocare un affaticamento muscolare e una conseguente perdita di urina.

Per un regolare funzionamento dell’apparato sessuale maschile, prova ad eseguire questi esercizi 3 volte al giorno: 1 volta la mattina appena svegli, poi a pomeriggio e infine prima di coricarti.

Ricapitoliamo gli step da eseguire per beneficiare al meglio di questi esercizi.

  • Assicurarsi di avere la vescica del tutto vuota
  • Individuare il pavimento pelvico, anche con l’aiuto di due dita
  • Mettersi in una posizione comoda e rilassata, sia stesi nel letto ma anche seduti (gli esercizi di Kegel possono essere eseguiti ovunque)
  • Contrai il pavimento pelvico per circa 8-10 secondi
  • Alterna le contrazioni a momenti di rilassamento per non eccedere nello sforzo
  • Ripeti contrazioni e rilassamenti per circa 10 minuti
  • Evitare di muovere le gambe ed i muscoli addominali mentre esegui gli esercizi di Kegel
  • Puoi ripetere questa serie 3 volte al giorno (durante la mattina, al pomeriggio ed anche la sera prima di coricarti).

Se all’inizio riscontri difficoltà nel contrarre la parete pelvica per 10 secondi, allora diminuisci la frequenza fino a 4-5 secondi per evitare di eccedere con gli sforzi e danneggiare il pavimento pelvico. Raccomandiamo sempre di consolare anche un parare del proprio medico o ginecologo di fiducia prima di iniziare l’esecuzione di questi esercizi.

Esercizi di Kegel: quali sono i benefici?

I benefici di questi esercizi possono essere i più svariati. Possono infatti rivelarsi utili alla donna durante e dopo la gravidanza e sono sicuramente un ottimo alleato per gli uomini che soffrono di eiaculazione precoce.

Infatti inserire questi esercizi nella propria quotidianità possono aiutare anche la sfera sessuale rendendo l’uomo maggiormente consapevole riguardo al funzionamento del proprio apparato genitale e lo rendono capace di controllare l’orgasmo, ritardandolo.

Chi soffre di eiaculazione precoce assumerà con questi esercizi una concentrazione e consapevolezza che lo aiuteranno a ritardare l’orgasmo e quindi l’eiaculazione.

Uno studio che è stato condotto su circa 55 uomini di tutte le età, ha dimostrato come gli esercizi di Kegel siano dei validi alleati per gli uomini che soffrono di disfunzione erettile e che necessitano di ritardare l’eiaculazione durante un rapporto sessuale.

Inoltre questi esercizi, se svolti in maniera del tutto corretto non presentano effetti collaterali e garantisco un’efficacia di oltre il 50% dopo circa 3/4 settimane di sessioni svolte quotidianamente. Alcuni pazienti hanno notato miglioramenti anche solo dopo 2 o 3 mesi dall’inizio dell’esecuzione. I benefici infatti possono riscontrarsi in maniera del tutto soggettiva e cambiano da persona a persona.

Lascia un commento