Pene in erezione: come mantenerla più a lungo

La disfunzione erettile, l’incapacità di mantenere il pene duro, è un problema che colpisce molte persone, ma è una specie di tabù di cui non si parla nonostante sia più frequente di quanto si immagini.

Ma cos’è che causa un’erezione debole e come mantenere il pene in erezione il più a lungo possibile ? Lo stato mentale ha un ruolo fondamentale nel processo di mantenimento oppure no? È anche possibile che le erezioni deboli siano comunque segno di un problema di salute più grande, quindi meglio farci attenzione.

Vediamo nello specifico tutto quello che c’è da sapere sul pene in erezione e come mantenerla più a lungo possibile, ma anche come combattere per tempo un’erezione debole con rimedi naturali efficaci senza preoccuparsi della grandezza del nostro membro.

Pene in erezione

Pene in erezione come mantenerla a lungo

Pene in erezione: come funziona?

Le erezioni del pene non sono solo un fatto fisico, in realtà iniziano nel cervello e sono innescate da pensieri legati al sesso.

Questi pensieri sessuali azionano il rilascio di un neurotrasmettitore chiamato “dopamina”. La dopamina invia un messaggio chimico dal cervello direttamente al pene, causando un aumento del flusso sanguigno nei vasi coinvolti. I vasi sanguigni del sistema riproduttivo, quindi, si dilatano. Questo permette una maggiore circolazione del sangue nell’area dei genitali.

Cosa succede al nostro quando il nostro pene diventa più grosso e si verifica l’erezione? Quando non hai pensieri eccitanti, infatti, i vasi sanguigni del tuo pene sono solo parzialmente aperti.  Al contrario, nel momento in cui il tuo cervello trasmette il messaggio “Sono pronto al sesso” al tuo membro, i vasi si aprono, il flusso sanguigno aumenta, e questo fa espandere il tuo pene che quindi si irrigidisce in un’erezione.

? Cerchi dei Prodotti naturali per Migliorare le tue Erezioni ?

Scopri l’unico prodotto davvero efficace

Perché ho un’erezione debole?

Il processo avviene in modo simile ma contrario quando il pene si ammoscia. L’erezione si inverte quando i muscoli del pene iniziano a contrarsi, il che impedisce l’afflusso di sangue. Questo accade quando il tuo cervello smette di inviare segnali positivi, quindi smette di produrre dopamina. I vasi sanguigni iniziano a chiudersi e il flusso sanguigno nel pene diminuisce facendo perdere l’erezione.

L’inversione di un’erezione è certo necessaria,  altrimenti non potresti condurre una vita normale sempre con il pene rigido in tutte le occasioni della quotidianità. Però, il processo d’inversione potrebbe anche portare ad avere erezioni deboli o che durano pochissimo. Di solito c’è un certo equilibrio tra le sostanze chimiche rilasciate dal cervello e un aumento del flusso sanguigno nella zona genitale. Tale equilibrio è molto preciso e avviene in un lasso di tempo che consente a un’erezione di durare solo per lo stretto necessario, ossia, solo per l’atto sessuale.

Purtroppo, in diversi soggetti, le erezioni non raggiungono mai il picco, rimangono sempre a metà lasciando il pene più molle del dovuto. In questo caso, si tratta di uno squilibrio fra la dopamina rilasciata dal cervello e la capacità di smaltimento della stessa. Non si arriva mai a una sequenza ordinata fra “prima rigido” e “dopo molle”, si rimane sempre a metà in modo da causare rapporti sessuali insoddisfacenti.

Possibili cause a erezioni deboli

Ottenere un’erezione potente è un processo mentale, chimico e fisico. Ciò vuol dire che basta un solo problema in una di queste tre aree, e molto probabilmente avrai disfunzioni erettili.

Se un qualsiasi fattore fisiologico coinvolto nel processo sessuale non funziona in modo corretto, puoi sperimentare erezioni deboli o non abbastanza durature. I problemi a mantenere l’erezione possono essere dovuti a una serie di cause:

  • Squilibri ormonali
  • Cattiva circolazione
  • Problematiche neurologiche
  • Stress
  • Blocchi e traumi psicologici
  • Bassa autostima

Non esiste una sola causa ma più spesso un insieme di cause, per questo è così difficile individuare da cosa derivino le erezioni mancate o deboli.

Migliorare l’erezione e la durata

Per mantenere un’erezione forte, il tuo corpo e la tua mente devono essere in ottime condizioni. L’idoneità fisica è considerato il fattore numero uno nel raggiungimento di un’erezione soddisfacente e del suo mantenimento. Se il corpo non è sano, infatti, si affatica per mandare il giusto apporto di sangue alla zona genitale. Da qui si spiega il perché quando sei ubriaco non riesci ad avere un’erezione. L’alcol è un vasocostrittore e non fa fluire la circolazione. Quindi assicurati di essere in salute e soprattutto lucido quando vuoi fare sesso.

In ogni caso, nel complesso, l’erezione deve essere raggiunta attraverso la stimolazione mentale. Mantenere, quindi, anche una mente sana permetterà che lo stato di eccitazione possa essere raggiunto. Una persona stressata, depressa o ansiosa, infatti, difficilmente riesce ad avere rapporti sessuali soddisfacenti.

–>> Scopri come aumentare la durata dei tuoi rapporti sessuali

Per avere erezioni più forti e durature, quindi, prova a staccare la spina da tutto e prenderti una vacanza. Trascorri del tempo all’aria aperta, fai lunghe passeggiate, risveglia i tuoi muscoli con dell’attività fisica, smetti di fumare, di bere e comincia una dieta ricca di frutta, verdura e cereali, evita le carni rosse e i grassi insaturi.

Se dopo aver cambiato stile di vita ed esserti preso una vacanza riscontri ancora problemi a mantenere l’erezione, puoi provare sex toys, anelli elastici per il pene o integratori vasodilatatori naturali.

Lascia un commento