Categoria: Rimedi per la disfunzione erettile

Disfunzione erettile: come capire se ne soffri?

Esistono problemi o disfunzioni del nostro organismo che per quanto croniche o saltuarie possono provocare imbarazzo, disagio psicologico o veri e propri problemi di salute a lungo termine se non affrontati in tempo. Ma chi possiede la disinvoltura necessaria o la disinibizione per parlarne tranquillamente agli altri?

Soprattutto quando i problemi riguardano la sfera sessuale, come la disfunzione erettile, il dialogo aperto diventa complicato.

Il nostro sito è uno spazio privato da poter visitare in tutta tranquillità, protetto dall’anonimato virtuale. Qui potrai ricevere informazioni per necessità o semplice curiosità sulle tipologie di problemi legate all’apparato riproduttore maschile.

Quali sono i Migliori prodotti naturali contro problemi di disfunzione erettile e scarsa erezione?

erbe di aphrodite

Sul sito di Vasodilatatorinaturali.it trovi vari prodotti e integratori efficaci comprovati per erezione debole. Sia rimedi naturali che farmaceutici, tecniche di approccio al problema, raccolta di documenti e testimonianze prese dal vivo.

Scopri tutte le informazioni generali sulla disfunzione erettili e i rimedi proposti dal nostro sito.

1 – Erbe di Aphrodite

Sono sicuramente l’integratore sessuale naturale migliore in Italia e anche quello più efficace.

Puoi leggere l’articolo di approfondimento su questo prodotto, ma qui ti riepilogo i benefici:

  • aumenta moltissimo l’erezione benefici che hanno una durata di 2 o 3 giorni almeno con una sola capsula
  • porta alle stelle il tuo desiderio sessuale
  • dona sicurezza e combatte con efficacia l’ansia da prestazione maschile

Scopri come funziona nell’articolo di approfondimento su questi fantastici vasodilatatori naturali.

Disfunzione erettile in cosa consiste?

La disfunzione erettile indica la mancata erezione nonostante l’eccitazione o la stimolazione esterna. Oppure l’incapacità di mantenere un’erezione durante il rapporto sessuale. Come altri problemi riguardanti la sfera sessuale, questa disfunzione diventa un ostacolo importante a una sana attività sessuale (e di conseguenza a un benessere psicologico) quando si ripresenta di frequente.

Una giornata storta, la stanchezza, lo stress, quella volta che 10 anni fa hai fatto cilecca. Se il fenomeno si presenta di rado, è inutile allarmarsi. Conviene cominciare a prendere dei provvedimenti o informarsi in maniera esaustiva sul problema, quando questo diventa un’abitudine. C’è anche da specificare che la disfunzione erettile è molto comune passata una certa età come sintomo di vecchiaia.

Infatti, secondo le statistiche almeno il 50% degli uomini (una percentuale molto alta) tra i 50 e i 60 anni è colpito da calo del desiderio e/o difficoltà a mantenere un’erezione.

Durante quegli anni critici di passaggio dall’età adulta all’anzianità, gli uomini vivono anche loro una sorta di “menopausa”, che in questo caso si chiama “andropausa”.

Un esempio famosissimo è la rappresentazione di Fantozzi in andropausa con il cartello “Chiuso per lutto” posto in mezzo alle gambe, sul pene. Chi non lo ricorda?

Ma a parte la disfunzione erettile come fisiologica conseguenza dell’avanzare dell’età, i problemi di erezione possono interessare anche i giovani o comunque gli uomini di tutte le età perché dipendono da molti fattori.

Tipologie di Disfunzione erettile: Sono impotente?

Spesso, nell’immaginario collettivo, la disfunzione erettile è associata subito all’idea di impotenza.

Ma non è proprio così.

Solo in uno dei tre tipi di impotenza esistenti si può parlare di: “difficoltà a ottenere o mantenere un’erezione”.

  • Impotentia generandi

È la definizione più coerente per l’idea di impotenza come “deficit nel concepire figli”. Gli impotenti infatti son quei soggetti sterili che non possono avere figli perché colpiti da patologie che riguardano il loro sperma incapace di fecondare l’ovulo femminile.

  • Impotentia coeundi

Fa parte dei disturbi legati all’orgasmo maschile. L’erezione avviene normalmente ma non si riesce a eiaculare.

  • Impotentia erigendi

È l’unica tipologia di impotenza legata a problemi di erezione. In questo caso, il pene non è in grado di irrigidirsi e quindi non avvenendo l’erezione è impossibile adempiere all’atto sessuale.

Questo ultimo tipo di impotenza è il più risolvibile dato che coinvolge “solo” l’erezione. Alla luce delle altre tipologie che coinvolgono invece la eiaculazione e quindi l’impossibilità di avere dei figli.

La disfunzione erettile si divide in:

  • Primaria: Persiste fin dalla giovane età, è un problema di vecchia data che si è protratto negli anni.
  • Secondaria: Insorge nell’età adulta e prima non si era mai presentato se non in casi rari.
  • Generalizzata: Accade in tutti i rapporti sessuali.
  • Situazionale: Accade solo in alcuni rapporti sessuali. Cambiando partner o situazione, la disfunzione non si presenta.

Inoltre, si può presentare sotto due diversi aspetti:

Disfunzione erettile prima del rapporto: Il pene non riesce a irrigidirsi a causa del poco afflusso di sangue. Rimane inerme, inutilizzabile per la penetrazione. L’atto sessuale non comincia mai.

Disfunzione erettile durante il rapporto: Il pene ha degli alti e bassi, non mantiene l’erezione. Magari all’inizio riesce ad alzarsi con fatica ma subito dopo si ammoscia di nuovo. Anche riuscendo a penetrare, non avrà la rigidezza adatta per continuare un rapporto soddisfacente per entrambe la parti.

Sintomi: come capire quando diventa un problema?

Una spia di allarme per possibili problemi seri di disfunzione erettile non occasionale, potrebbe riguardare le erezioni mattutine.

Osserva come ti alzi dal letto, se noti un calo importante nel numero di erezioni mattutine spontanee, potresti cominciare a porti qualche domanda.

Un altro segnale da non ignorare, potrebbero essere gli episodi di eiaculazione precoce oppure di calo del desiderio ingiustificato.

È la frequenza del fenomeno a determinare il problema e non i casi isolati.

Cause diverse

Scoprire quali potrebbero essere le cause della mancata erezione abitudinaria, potrebbe richiedere del tempo viste le diverse possibili cause.

I motivi scatenanti possono avere origini biologiche o psicologiche.

  • Cause biologiche

In questi casi, la disfunzione erettile potrebbe essere un sintomo, una conseguenza di problemi di salute più gravi:

-L’abuso di sostanze quali alcol, fumo, droghe

-Vita sedentaria

-Malnutrizione

-Obesità

-Diabete

-Ipercolesterolemia

-Deficit ormonali (livelli bassi di testosterone)

-Ipertensione arteriosa

-Cattiva circolazione del sangue

-Anzianità

  • Cause psicologiche

La sfera sessuale è molto legata alla mente e all’emotività.

Purtroppo, o per fortuna, apparteniamo al Regno Animale ma non siamo animali, o comunque per gli umani non funziona in modo così meccanico come per loro. Quando si è coinvolti nell’atto sessuale, quindi, possono scattare vari aspetti psicologici che vanno a compromettere la buona riuscita della performance a letto.

Stress emotivo causale provocato da fattori non inerenti alla vita sessuale, come la frustrazione al lavoro, l’ansia per una scadenza, pagamenti, litigi, dispiaceri, apatia. Oppure stress psicologico condizionale, più profondo, che non si limita a delle risposte immediate causa-effetto con l’ambiente sociale. Ma ha radici robuste, spesso legate a traumi infantili, adolescenziali, alla difficoltà di stabilire dei rapporti con l’Altro.

Di recente, uno studio sulla sfera sessuale ha individuato un’importante connessione tra la disfunzione erettile e l’apatia, o comunque l’incapacità di esprimere i propri sentimenti, patologia chiamata anche “alessitimia”. I blocchi psicologici, i pensieri paranoici, sono nocivi per una felice vita sessuale. Uno fra tutti i blocchi mentali più famosi è l’ansia da prestazione.

Disfunzione erettile o no, questa è capitata a tutti almeno una volta nella vita. Certe volte, l’ansia di non essere all’altezza delle aspettative, di non riuscire a soddisfare lei, di non essere potente e bravo come vorresti essere, ha potuto essere l’elemento fondamentale della mancata erezione.

Nonostante sei eccitato, la situazione è bella, lei è bella, il pene non sembra rispondere agli input. Allora le chiedi un attimo “scusa” e ti chiudi in bagno cercando di risolvere la situazione in privato.

Ti riconosci nella descrizione della scena?

L’ansia da prestazione è una condizione comune di chi, ad esempio, fa sesso le prime volte, poi scompare con la maturazione. Se invece si dovesse ripresentare spesso in età adulta, allora potrebbe trattarsi di una condizione mentale che va esplorata per individuarne la causa profonda, inconscia.

I rimedi

I possibili rimedi per la disfunzione erettile sono diversi a seconda della sua causa e della sua natura. Esistono terapie psicosessuali, terapie farmaceutiche, rimedi naturali, consigli pratici su come affrontare la situazione.

Sfogliando il nostro sito è possibile informarsi sulle possibili cure alle disfunzioni sessuali.

Visitalo con tutta calma, prenditi del tempo per affrontare il problema e trova la soluzione più veloce e adatta a te.